ABOUT

If you are not in a hurry,
you will enjoy the process.

T.K.V. Desikachar

MARIA CHIARA MASCIA

Mindful & Accessible Yoga | TCTSY-Facilitator

Maria Chiara Mascia insegna yoga a Roma. Propone una pratica laica, essenziale e radicata nella embodied mindfulness. Utilizza il metodo Viniyoga, una tradizione di haṭha yoga moderno con un approccio individualizzato, graduale e terapeutico, insieme alle tecniche mindfulness derivate dalle pratiche meditative delle tradizioni buddhiste.

Socia Y.A.N.I., ha oltre 1500 ore di training certificato che includono, oltre al Viniyoga, il training in Yoga Accessibile (Accessible Yoga) e il metodo TCTSY – Trauma Center Trauma Sensitive Yoga di cui è Facilitatrice. Ha conseguito il Master in Yoga Studies, Mente e corpo nelle tradizioni dell’Asia presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia.

 

TRAININGS

Diploma Formazione Ayco [Roma 2013-2017]
Diploma Viniyoga ETY Ètude et Transmission du Yoga [Belgio 2013-2017]
Post-Formazione Ayco [Roma 2017-2020]
Yoga Cikitsā, ETY Claude Maréchal [2016-2019]
Accessible Yoga Teacher Training [2019]
TCTSY-F – Trauma-Sensitive Yoga, Center for Trauma and Embodiment at JRI, MA, U.S.A. [2020-2021]
Master in Yoga Studies presso Università Ca’ Foscari di Venezia [a.a. 2018-2019]

maria-chiara-mascia-yoga

Biografia

Maria Chiara Mascia è nata a Sassari e oggi vive a Roma. E’ laureata in Studi Umanistici (Università di Sassari) e in Storia dell’arte (Sapienza Università di Roma). Ha conseguito il Master in Yoga Studies. Mente e corpo nelle tradizioni dell’Asia presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia.

Dal 2009 si avvicina al Dharma buddhista e inizia praticare meditazione, prima nella tradizione tibetana e poi con la pratica Vipassanā. Parte da qui il percorso nello yoga: frequenta per alcuni anni i corsi collettivi per gli studenti dell’Università ma sviluppa da subito una pratica e uno studio autonomi e personali. Si mette quindi in cerca di una tradizione che sia compatibile e coerente rispetto alle sue aspirazioni, formazione e sistemi di credenze e incontra il Viniyoga.

Nella tradizione di Krishnamacharya e Desikachar si è formata per sette anni come praticante e insegnante: ha conseguito i Diplomi AYCO Accademia Yoga di Consapevolezza (corso quadriennale, Roma) ed E.T.Y. Ètude et Transmission du Yoga (Belgio), e ha concluso la Post-formazione insegnanti yoga Ayco (corso triennale) con Gianfranco Del Moro e Marco Passavanti.  Ha seguito inoltre la Formazione in Yoga Cikitsā – yoga individuale e “terapeutico” – con Claude Maréchal (Belgio/Italia 2016-2019). Inizia a insegnare nel 2015, dal 2017 è Socia Y.A.N.I. Yoga Associazione Nazionale Insegnanti. Nel 2019 ha completato l’Accessible Yoga Teacher Training. Attualmente fa parte del team di formatori del Corso Insegnanti Yoga AYCO, di cui cura in particolare i seminari di Storia dello Yoga Moderno.

 Nel marzo 2021 ha completato il programma di certificazione in Trauma-Sensitive Yoga TCTSY del Center for Trauma and Embodiment at JRI, Boston MA (U.S.A.), un metodo somatico evidence-based  per il disturbo da stress post-traumatico  (PTSD) e del trauma complesso.

Approfondisce inoltre la pratica e lo studio degli insegnamenti fondati sul buddhismo antico con corsi e intensivi di meditazione offerti in particolare da Bhikkhunī Dhammadinnā e Bhikkhu Anālayo (Āgama Research Group).

Attraverso corsi e seminari seguiti negli anni, e in particolare grazie al Master in Yoga Studies diretto dal prof. F. Squarcini, ha coltivato i suoi interessi di studio principali come la storia delle pratiche yoga e meditazione, in particolare dello yoga moderno e contemporaneo le sue intersezioni con la storia visuale, culturale e i media digitali. La tesina dal titolo «Il Viniyoga. Una tradizione in penombra?» ha vinto il premio di laurea Y.A.N.I. per la sezione tesine Master in Yoga Studies anno 2020.

Il suo approccio di insegnamento è laico ed essenziale, radicato nella embodied mindfulness. Propone una pratica culturalmente e strutturalmente accessibile, inclusiva, poco appariscente ma orientata piuttosto alle esigenze reali delle persone presenti. Attraverso la pacificazione fisica e respiratoria, la pratica mira quindi a sviluppare la consapevolezza del complesso corpo-mente, l’osservazione non-giudicante, l’interiorizzazione, e creare le condizioni per una ‘pausa’ dalla continua confusione mentale del quotidiano.

Time to pause. Inizia la pratica

CORSI ONLINE

Newsletter

Resta aggiornato su Seminari Workshop Eventi

INVIA UN MESSAGGIO

error: Content is protected